+39 0422 821515 info@favilletours.com

Condizioni di vendita

Art. 1 – Norme applicabili

Alla vendita di pacchetti turistici si applicano le disposizioni di cui all’Allegato 1 del D.Lgs. 23 maggio 2011 n. 79 (Codice della normativa statale in tema di ordinamento e mercato del turismo consumo), alla Direttiva 90/314/CEE, nonché, salvo il disposto del comma 2 dell’art. 3 del D.Lgs.
n. 79/2011, le disposizioni di cui alla L. 29/12/77 n. 1084 – di ratifica ed esecuzione della Convenzione internazionale relativa al contratto di viaggio (CVV) firmata a Bruxelles il 23/04/1970 -, alla L. 19/05/32 n. 41 – di ratifica ed esecuzione della Convenzione sul trasporto aereo internazionale firmata a Varsavia il 12/10/1929 -, alla L. 02/03/1963 n. 806 – di ratifica ed esecuzione della Convenzione sul trasporto ferroviario firmata a Berna il 25/02/61-, in quanto applicabili ai servizi oggetto del pacchetto turistico.

Art. 2 – Contenuto del pacchetto turistico:

2.2. Ai sensi dell’art. 34 dell’Allegato 1 al D.Lgs. n. 79/2011, i pacchetti turistici hanno ad oggetto i viaggi, le vacanze ed i circuiti tutto compreso, le crociere turistiche, risultanti dalla combinazione, da chiunque e in qualunque momento realizzata, di almeno due degli elementi di seguito indicati, venduti od offerti in vendita ad un prezzo forfetario:
a) trasporto;
b) alloggio;
c) servizi turistici non accessori al trasporto o all’alloggio (…) che costituiscano, per la soddisfazione delle esigenze ricreative del turista, parte significativa del pacchetto turistico. soddisfazione delle esigenze ricreative del turista, parte significativa del pacchetto turistico.

Art. 3 – Informazioni del consumatore

3.1. Ai sensi dell’art. 35 dell’Allegato 1 al D.Lgs. n. 79/2011, l’acquirente ha diritto di ricevere una copia del contratto stipulato, che è anche documento indispensabile per accedere al Fondo di Garanzia di cui all’art. 18 del presente contratto.
3.2. Fatto salvo quanto previsto al successivo art. 13, prima della conclusione del contratto, il venditore o l’organizzatore forniscono per iscritto informazioni di carattere generale – aggiornate alla data di stampa del catalogo -concernenti le condizioni applicabili ai cittadini dello Stato membro dell’Unione europea in materia di passaporto e visto con l’indicazione dei termini per il rilascio, nonché gli obblighi sanitari e le relative formalità per l’effettuazione del viaggio e del soggiorno.
3.3. Prima dell’inizio del viaggio, ai sensi dell’art. 37 dell’Allegato 1 al D.Lgs. n. 79/2011,

l’organizzatore ed il venditore comunicano al consumatore per iscritto le seguenti informazioni:

a) orari, località di sosta intermedia e coincidenze;

b) generalità e recapito telefonico di eventuali rappresentanti locali dell’organizzatore o venditore ovvero di uffici locali contattabili dal viaggiatore in caso di difficoltà;

c) recapito telefonico dell’organizzatore o venditore utilizzabile in caso di difficoltà in assenza di rappresentanti locali;

d) per i viaggi ed i soggiorni di minorenne all’estero, recapiti telefonici per stabilire un contatto diretto con questi o con il responsabile locale del suo soggiorno;

e) circa la sottoscrizione facoltativa di un contratto di assicurazione a copertura delle spese sostenute dal consumatore per l’annullamento del contratto o per il rimpatrio in caso di incidente o malattia.
Quando il contratto è stipulato nell’imminenza della partenza, le informazioni di cui sopra devono essere fornite contestualmente alla stipula del contratto.

E’ fato comunque divieto di fornire informazioni ingannevoli sulle modalità del servizio offerto, sul prezzo e sugli altri elementi del contratto qualunque sia il mezzo mediante il quale dette informazioni vengono comunicate al turista.
3.4. L’organizzatore ha l’obbligo di realizzare in catalogo o nel programma fuori catalogo una

scheda tecnica, i cui elementi obbligatori sono i seguenti: a) estremi dell’autorizzazione amministrativa dell’organizzatore; b) estremi della polizza assicurativa per responsabilità civile; c) periodo di validità del catalogo o del programma fuori catalogo; d) cambio di riferimento ai fini degli adeguamenti valutari, giorno o valore.
3.5. L’organizzatore, ai sensi e con le modalità previste dall’art. 11 del Reg. CE 2111/2005, informerà i passeggeri circa l’identità del/i vettore/i.

Art. 4 – Forma del contratto

4.1. Il presente contratto, ai sensi dell’art. 35 dell’Allegato 1 al D.Lgs. n. 79/2011, è redatto in forma scritta in termini chiari e precisi.

4.2. Il presente contratto è composto dalle Condizioni Generali qui riportate, dalle Condizioni Speciali, nonché dal Catalogo o dal programma allegato fuori catalogo, ove espressamente indicato nelle Condizioni Speciali.

4.3. La descrizione del pacchetto turistico oggetto del contratto è contenuta nell’Allegato 1 delle Condizioni Speciali, integrato dalle descrizioni contenute nel catalogo o nel programma allegato fuori catalogo ivi richiamato.

Art. 5 – Prenotazioni

5.1. La domanda di prenotazione dovrà essere redatta su apposito modulo contrattuale, se del caso elettronico, compilato in ogni sua parte e sottoscritto dal cliente, che ne riceverà copia.

5.2. L’accettazione delle prenotazioni, subordinata alla disponibilità dei posti e la conclusione del contratto avverrà nel momento in cui l’organizzazione invierà conferma scritta al cliente richiedente.

5.3. Le informazioni relative al pacchetto turistico non contenute nel presente contratto, negli opuscoli informativi ovvero in altri mezzi di informazione scritta, saranno fornite dall’organizzatore prima dell’inizio del viaggio ai sensi del precedente art. 3.3..

Art. 6 – Pagamenti

6.1. L’acconto, che ai sensi dell’art. 36, co. 1, lett. d), dell’Allegato 1 al D.Lgs. n. 79/2011 non può superare il 25% del prezzo del pacchetto turistico, viene versato a titolo di caparra ma gli effetti di cui all’art. 1385 Cod. civ. non si producono (possibilità di chiedere fino al doppio) qualora il recesso dipenda da fatto sopraggiunto non imputabile, ovvero sia giustificato dal grave inadempimento della controparte.

6.2. La data entro cui, prima della partenza, dovrà essere versato il saldo risulta dal catalogo, dall’opuscolo, dalle Condizioni Speciali o da quanto altro.

6.3. Il mancato pagamento delle somme di cui sopra alle date stabilite costituisce grave inadempimento ed è causa di risoluzione di diritto del presente contratto.

Art. 7 – Prezzo/Revisione/Acconti:

7.1. Il prezzo del pacchetto turistico, così come determinato ed accettato dalle parti, è determinato nelle Condizioni Speciali del presente contratto. 7.2. Il prezzo potrà essere modificato fino a 20 giorni precedenti la data fissata per la partenza, soltanto in dipendenza di variazioni del costo del trasporto, del carburante, dei diritti e delle tasse quali (a titolo esemplificativo e non esaustivo) le tasse di imbarco o sbarco nei porti e negli aeroporti, e del tasso di cambio applicato.

7.3. La revisione del prezzo sarà determinata in proporzione alla variazione dei citati elementi e dal Viaggiatore verrà fornita esatta indicazione della variazione dell’elemento di prezzo che ha determinato la revisione stessa.

7.4. In particolare, per le revisioni di cui sopra si farà riferimento al corso dei cambi ed ai costi in vigore alla data riportata nella scheda tecnica.

7.5. Le oscillazioni incideranno sul prezzo forfetario nelle percentuali riportate nella medesima scheda tecnica.

Art. 8 – Modifica o annullamento

8.1. Prima della partenza l’organizzatore o il venditore che abbia necessità di modificare in modo significativo uno o più elementi del contratto, ne dà immediato avviso in forma scritta al consumatore, indicando il tipo di modifica e la variazione del prezzo che ne consegue.

8.2. Ove non accetti la proposta di modifica di cui sopra, il consumatore può recedere, senza pagamento di penali, ed ha il diritto a quanto previsto al successivo art. 9.

8.3. Il consumatore comunica la propria scelta all’organizzatore o al venditore entro due giorni lavorativi dal momento in cui ha ricevuto l’avviso di cui all’art. 8.1..

8.4. Per gli annullamenti diversi da quelli causati da forza maggiore, da caso fortuito e da mancato raggiungimento del numero minimo di partecipanti, nonché per quelli diversi dalla mancata accettazione da parte del consumatore del pacchetto turistico alternativo offerto, l’organizzatore che annulla (art. 42 dell’Allegato 1 al D.Lgs. n. 79/2011) restituirà al consumatore il doppio di quanto dallo stesso pagato.

Art. 9 – Recesso o annullamento

9.1. Il consumatore può recedere dal contratto, senza pagare penali, nelle seguenti ipotesi:
-aumento del prezzo di cui al precedente art. 7 in misura eccedente il 10%;

-modifica in modo significativo di uno o più elementi del contratto oggettivamente configurabili come fondamentali ai fini della fruizione del pacchetto turistico complessivamente considerato e proposta dell’organizzatore dopo la conclusione del contratto stesso ma prima della partenza e non accettata dal consumatore.

9.2. Nei casi di cui sopra il consumatore ha alternativamente diritto:

– Usufruire di un altro pacchetto turistico di qualità equivalente o, se non disponibile, superiore senza supplemento di prezzo, oppure di un pacchetto turistico di qualità inferiore, con la restituzione della differenza di pezzo.

– Alla restituzione della sola parte di prezzo già corrisposta, entro _7__ giorni lavorativi dal momento della comunicazione dell’intenzione di recedere o non accettare la proposta alternativa dell’organizzatore.

9.3. Il Consumatore deve comunicare per iscritto all’Organizzatore la propria scelta di recedere oppure di fruire di pacchetto turistico alternativo entro e non oltre 2 giorni dalla ricezione della proposta alternativa. Inoltre, ove ne fornisca specifica prova, il Consumatore ha altresì diritto al risarcimento degli eventuali danni ulteriori che avesse subito, in dipendenza della mancata esecuzione del contratto.

9.4. Il Consumatore non ha comunque diritto al risarcimento dell’eventuale maggior danno, allorché l’annullamento del viaggio dipenda dal mancato raggiungimento del numero minimo di partecipanti, eventualmente indicato nelle condizioni speciali, ed il Consumatore abbia ricevuto comunicazioni del mancato raggiungimento almeno 20 giorni prima della data fissata per la partenza, oppure allorché l’annullamento dipenda da cause di forza maggiore escluso l’eccesso di prenotazioni.

9.5. Qualora il Consumatore intenda recedere dal contratto al di fuori delle ipotesi elencate al precedente punto 9.1, si applicheranno le seguenti penalità, a seconda del momento in cui perviene la notizia del recesso:

25% sino a 60 giorni prima della partenza
50% sino a 30 giorni prima della partenza
100% sino a 10 giorni prima della partenza

9.6. Nessun rimborso spetterà al Consumatore che non potesse effettuare il Viaggio per mancanza o inesattezza dei documenti personali validi per l’espatrio.

Art. 10 – Modifiche dopo la partenza

10.1. Dopo la partenza, allorché una parte essenziale dei servizi previsti dal contratto non possa essere effettuata, l’Organizzatore predispone adeguate soluzioni alternative per la prosecuzione del Viaggio programmato, non comportanti oneri di qualsiasi tipo a carico del Consumatore, oppure rimborsa quest’ultimo nei limiti della differenza tra le prestazioni originariamente previste e quelle effettuate, salvo il risarcimento dell’eventuale maggior danno, che sia provato dal Consumatore.

10.2. Se non è possibile alcuna soluzione alternativa o il Consumatore non l’accetta per un giustificato motivo, l’Organizzatore gli mette un mezzo di trasporto equivalente per il ritorno al luogo di partenza o ad un altro luogo convenuto, compatibilmente alle disponibilità del mezzo e di posti, e gli restituisce la differenza tra il costo delle prestazioni previste e quello delle prestazioni effettuate fino al momento del rientro anticipato.

Art. 11 – Sostituzioni

11.1. Il Consumatore, qualora si trovi nell’impossibilità di usufruire del pacchetto turistico, può cedere il contratto ad un terzo, a condizione che quest’ultimo soddisfi tutte le condizioni e i requisiti per la fruizione dei servizi oggetto del pacchetto turistico.

11.2. Il Consumatore che intenda cedere il contratto ad un terzo deve darne comunicazione della propria intenzione di cedere il contratto all’Organizzatore a mezzo raccomandata a/r o, in casi di urgenza telegramma o telefax, che dovrà pervenire entro e non oltre 4 giorni lavorativi prima della partenza, indicando le generalità del cessionario.

11.3. A seguito della cessione il Consumatore ed il terzo (rispettivamente, cedente e cessionario) sono solidalmente obbligati verso l’organizzatore per il pagamento del prezzo del pacchetto turistico e delle spese derivanti dalla cessione.

Art. 12 – Classificazione alberghiera

12.1. La classificazione delle strutture alberghiere viene fornita in catalogo od in altro materiale informativo in base alle espresse e formali indicazioni delle competenti autorità del Paese in cui il servizio è erogato.

12.2. In assenza di classificazioni ufficiali riconosciute dalle competenti Pubbliche Autorità, nonché per le strutture extra alberghiere, l’organizzatore si riserva la facoltà di fornire, se del caso in forma elettronica, in catalogo, nel depliant o in altro modo, una propria descrizione della struttura ricettiva, tale da permettere la valutazione e conseguente accettazione della stessa da parte del consumatore.

Art. 13 – Obblighi dei Consumatori

113.1. Fermo restando il disposto del precedente art. 3, i consumatori devono provvedere, prima della partenza, a verificare presso le competenti autorità l’aggiornamento delle informazioni di cui al precedente punto 3.2 (per i cittadini italiani le locali Questure ovvero il Ministero degli Affari Esteri tramite il sito www.viaggiaresicuri,it ovvero la Centrale Operativa Telefonica al numero 06.491115) adeguandovisi prima della partenza. Nessuna responsabilità per la mancata partenza di uno o più consumatori potrà essere imputata al venditore o all’organizzatore in assenza di tale verifica.

13.2. I Consumatori devono informare il venditore e l’organizzatore della propria cittadinanza e, al momento della partenza, devono essere muniti di tutti i certificati e documenti necessari per ciascuno dei Paesi interessati dal pacchetto turistico (certificati di vaccinazione, visti di soggiorno, documenti d’identità, ecc.). 1 settembre 2011

13.3. Inoltre, al fine di valutare la situazione sanitaria e di sicurezza dei Paesi di destinazione e, dunque, l’utilizzabilità oggettiva dei servizi acquistati o da acquistare, il consumatore reperirà (tramite le fonti di cui al precedente punto 13.1) le informazioni ufficiali di carattere generale presso il Ministero degli Affari Esteri che indica espressamente se le destinazioni sono o meno assoggettate a formale sconsiglio.

13.4. I Consumatori devono attenersi alle generali regole di prudenza e diligenza ed a quelle specifiche in vigore nei paesi interessati dal pacchetto turistico, oltreché ai regolamenti e alle disposizioni amministrative e legislative richiamate dal presente contratto.

13.5. I Consumatori si rendono responsabili nei confronti dell’organizzatore e/o venditore per ogni e qualsivoglia danno dovesse derivargli dall’inosservanza degli obblighi di cui al punto precedente.

13.6. Il consumatore deve comunicare per iscritto all’organizzatore, all’atto della prenotazione, eventuali particolari richieste personali che potranno formare oggetto di accordi specifici, sempre che ne risulti possibile l’attuazione.

13.4. In ogni caso, il Consumatore deve comunicare al venditore o all’organizzatore eventuali condizioni personali particolari (gravidanza, disabilità, intolleranze alimentari, patologie, ecc.) e specificare la richiesta di servizi particolari.

Art. 14 – Responsabilità dell’Organizzatore

14.1. La responsabilità dell’Organizzatore nei confronti del Consumatore per eventuali danni subiti a causa del mancato o inesatto adempimento delle obbligazioni previste dal presente contratto è regolata dalle leggi e dalle Convenzioni Internazionali richiamate al precedente art. 1.

14.2. Il venditore presso il quale sia stata effettuata la prenotazione del pacchetto turistico, non risponde in alcun caso delle obbligazioni nascenti dalla organizzazione del viaggio, ma risponde esclusivamente delle obbligazioni nascenti nella sua qualità di intermediario e comunque nei limiti per tale responsabilità previsti dalle leggi e convenzioni sopra citate.

14.4. E’ esclusa in ogni caso la responsabilità dell’Organizzatore e del venditore qualora l’inadempimento lamentato dal viaggiatore dipenda da cause imputabili al Consumatore stesso, oppure imputabili ad un terzo estraneo alla fornitura delle prestazioni previste dal contratto, oppure sia dovuto a caso fortuito od a forza maggiore. L’Organizzatore, inoltre, non potrà essere ritenuto responsabile di eventuali danni che derivino da prestazioni di servizi fornite da terzi estranei e non facenti parte del pacchetto turistico, ovvero che derivino da iniziative autonome assunte dal viaggiatore, nel corso dell’esecuzione del viaggio.

Art. 15 – Limiti al risarcimento

15.1. In ogni caso, il risarcimento non può superare i limiti indicati agli artt. 44 e 45 dell’Allegato 1 al D.Lgs. n. 79/2011. Art. 16 – Obbligo di assistenza

Art. 16 – Obbligo di assistenza

16.1. Nei limiti imposti dalla diligenza professionale, l’organizzatore e il venditore apprestano con sollecitudine ogni rimedio utile al soccorso del consumatore al fine di consentirgli la prosecuzione del viaggio, salvo in ogni caso il diritto al risarcimento del danno nel caso in cui l’inesatto adempimento del contratto sia imputabile a quest’ultimo.

Art. 17 – Reclami e denunce

17.1. Ai sensi dell’art. 49 dell’Allegato 1 al D.Lgs. n. 79/2011, ogni mancanza nell’esecuzione del contratto deve essere contestata dal consumatore senza ritardo affinché l’organizzatore, il suo rappresentante locale o l’accompagnatore vi pongano tempestivamente rimedio.

17.2. Il consumatore può altresì sporgere reclamo mediante l’invio di una raccomandata a/r all’organizzatore o al venditore, entro e non oltre 10 giorni lavorativi dalla data del rientro nel luogo di partenza.

17.3. La mancata presentazione del reclamo può essere valutata ai fini dell’art. 1227 cod. civ.

Art. 18 – Fondo di garanzia

18.1. Ai sensi dell’art. 51 dell’Allegato 1 al D.Lgs. n. 79/2011 presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento per lo sviluppo e la competitività del turismo, è istituito un fondo nazionale di garanzia, per consentire, in caso di insolvenza o fallimento del Venditore o dell’Organizzatore, il rimborso del prezzo versato ed il rimpatrio in caso di viaggio all’estero, nonché per fornire una immediata disponibilità economica in caso di rientro forzato di turisti da Paesi extracomunitari in occasione di emergenze, imputabili o meno al comportamento dell’organizzatore.

18.2. Il Fondo di cui sopra è alimentato annualmente secondo le modalità di cui al citato art. 51 ed interviene con le modalità ivi stabilite.

18.3. Le istanze di rimborso al fondo non sono soggette ad alcun termine di decadenza, fata salva comunque la prescrizione del diritto di rivalsa nei confronti del soggetto inadempiente.

Art. 19 – Comunicazione obbligatoria ai sensi art. 17 Legge n. 38/2006

19.1. La legge italiana punisce con la reclusione i reati concernenti la prostituzione e la pornografia minorile, anche se commessi “all’estero”.

Art. 20 – Informazioni di cui al Reg. 2027/1997

20.1. Per i vettori aerei comunitari e quelli appartenenti agli Stati aderenti alla Convenzione di Montreal 1999 sono soggetti al seguente regime di responsabilità: – non sussistono limiti finanziari alla responsabilità del vettore aereo per i danni da morte, ferite o lesioni permanenti del passeggero;

– per i danni superiori a 100.000 DSP (equivalenti a circa 120.000 Euro) il vettore aereo può contestare una richiesta di risarcimento solo se è in grado di provare che il danno non gli è imputabile;

– in caso di ritardo nel trasporto dei passeggeri il vettore è responsabile per il danno fino ad un massimo di 4.150 DSP (circa 5.000 Euro);

– in caso di distruzione, perdita, danneggiamento o ritardo nella riconsegna dei bagagli, il vettore aereo è responsabile per il danno fino a 1.000 DSP (circa 1.200 Euro). E’ possibile effettuare una dichiarazione speciale di maggior valore del bagaglio o sottoscrivere apposita assicurazione col pagamento del relativo supplemento al più tardi al momento dell’accettazione;

– i vettori appartenenti a Stati non aderenti alla Convenzione di Montreal potrebbero applicare regimi di responsabilità differenti da quanto sopra riportato.

Art. 21 – Privacy

21.1. Ai sensi dell’art. 13 D.Lgs. n. 196/2003, le Parti si danno reciprocamente atto che i dati personali acquisiti dalle Parti in forza del presente contratto saranno trattati secondo principi di correttezza, liceità, trasparenza e tutela della riservatezza e dei diritti della controparte. In particolare:

a) i dati personali acquisiti dalle Parti in virtù del contratto, ivi compresi dati che verranno acquisiti nel corso dell’esecuzione del rapporto verranno trattati anche con l’ausilio di mezzi elettronici e/o automatizzati per finalità riguardanti la gestione e l’esecuzione delle obbligazioni di cui al Contratto, per verifiche e valutazioni sulle risultanze e sull’andamento del rapporto, per adempimenti obbligatori per legge (ad es. ai fini tributari, contabili, ecc.);

b) il conferimento dei dati è facoltativo anche se un eventuale rifiuto di fornirli impedirebbe la conclusione del contratto o potrebbe comunque determinare difficoltà nell’esecuzione dello stesso;

c) i dati verranno comunicati, nell’ambito delle finalità illustrate, unicamente ai soggetti incaricati dalle Parti al trattamento dei dati, a loro responsabili, ovvero a soggetti ai quali la comunicazione sia dovuta in forza di obblighi di legge o per l’adempimento di obblighi di legge, ovvero per l’adempimento degli obblighi contrattuali;

d) le Parti potranno, in ogni momento, ottenere la cancellazione, l’aggiornamento, la rettifica, l’integrazione dei dati personali che le riguardano, nonché esercitare i diritti di cui all’art. 7 del D.Lgs. 196/2003 che si riporta di seguito:

Art. 7 D.Lgs. n. 196/2003 – Diritto di accesso ai dati personali ed altri diritti

1. L’interessato ha diritto di ottenere la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che lo riguardano, anche se non ancora registrati, e la loro comunicazione in forma intelligibile.

2. L’interessato ha diritto di ottenere l’indicazione:
a) dell’origine dei dati personali;
b) delle finalità e modalità del trattamento;
c) della logica applicata in caso di trattamento effettuato con l’ausilio di strumenti elettronici;
d) degli estremi identificativi del titolare, dei responsabili e del rappresentante designato ai sensi dell’articolo 5, comma 2;
e) dei soggetti o delle categorie di soggetti ai quali i dati personali possono essere comunicati o che possono venirne a conoscenza in qualità di rappresentante designato nel territorio dello Stato, di responsabili o incaricati.

3. L’interessato ha diritto di ottenere: a) l’aggiornamento, la rettificazione ovvero, quando vi ha interesse, l’integrazione dei dati;
b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati;
c) l’attestazione che le operazioni di cui alle lettere a)e b) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si rivela impossibile o comporta un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato.

4. L’interessato ha diritto di opporsi, in tutto o in parte: a) per motivi legittimi al trattamento dei dati personali che lo riguardano, ancorché pertinenti allo scopo della raccolta;
b) al trattamento di dati personali che lo riguardano a fini di invio di materiale pubblicitario o di vendita diretta o per il compimento di ricerche di mercato o di comunicazione commerciale.

Art. 22.2

Le Parti si danno reciprocamente atto di aver ricevuto l’informativa che precede e, ai sensi e per gli effetti di cui all’art. 23 del D.Lgs. 196/2003, manifestano espressamente con la sottoscrizione delle Condizioni speciali del presente contratto il proprio consenso al trattamento, alla comunicazione ed al trasferimento all’estero dei propri dati personali, ivi comprese eventuali variazioni degli stessi, secondo i termini e le modalità di cui alla menzionata informativa

Indirizzo

Viale Ancona 17
30174 Mestre (VE)
Italy

Serve Aiuto?

Tel: +39 0422 821515 Dal lunedì al venerdì 8:30 - 17:30
Cell: +39 348 6832882 Sabato e domenica 9:00 - 17:30